GALILEO GALILEI FOUNDATION
WORLD FEDERATION OF SCIENTISTS
ETTORE MAJORANA FOUNDATION AND CENTRE FOR SCIENTIFIC CULTURE

GALILEO GALILEI CELEBRATIONS
Four Centuries Since the Birth of MODERN SCIENCE


SCUOLA SUPERIORE DI ARCHEOLOGIA

E CIVILTÀ MEDIEVALI "F. GIUNTA"


XIX Corso:

IL FUOCO NEL MEDIOEVO


ERICE-SICILIA: 25-30 SETTEMBRE 1999


Sotto gli auspici:


PROGRAMMA E DOCENTI

Le arti del fuoco

 

Les incendies urbains en Allemagne

 

La prevenzione del fuoco

 

Le feu à Venise dans les derniers siècles du Moyen Age

 

Il rogo dei libri

 

Il fuoco liturgico

 

"Incendens dicitur quasi occidere"

 

Gli "incendiari" nella società feudale:analisi di una psicopatologia

 

Il fuoco dell'Etna

 

Il fuoco e la guerra nell'occidente medievale

 

Realtà e simbologia del fuoco nel medioevo

 

Il fuoco nel medioevo:tavola rotonda conclusiva

 


SCOPO DEL CORSO

Il Corso, in parallelo con quello tenuto nel 1998 su "L'Acqua nella società medievale", si propone di approfondire, sotto diverse prospettive ed angolazioni storiografiche e con prevalente riferimento ad alcuni aspetti e ad alcune aree geografiche, i danni prodotti dal fuoco, le forme di prevenzione, di utilizzazione e le valenze che il fuoco assume nell'immaginario medievale.


NOTIZIE SU ERICE

Secondo la leggenda, Erice, figlio di Venere e Nettuno, fondò una piccola città sulla vetta di una montagna (750 m. sul livello del mare) più di 3.000 anni fa.

Il grande Tucidide (~ 500 a.C.), fondatore del moderno metodo storico &emdash; fondato sulla registrazione degli eventi in modo cronologico e metodico senza riferimento a cause sovrannaturali &emdash; , scrivendo sulla caduta di Troia (1183 a.C.) riteneva che gli Elimi &emdash; il popolo che fondò Erice &emdash; fossero i Troiani sopravvissuti alla distruzione della loro città.

Virgilio scrive che Enea sbarcò sulle coste del monte Erice e lì seppellì il padre Anchise. Omero (~ 1000 a.C.), Teocrito (~ 300 a.C.), Polibio (~ 200 a.C.), Virgilio (~ 50 a.C.), Orazio (~ 20 a.C.) ed altri ancora hanno celebrato Erice nei loro poemi.

Durante sette secoli (XIII-XIX) la città di Erice fu governata da una oligarchia locale, la cui politica assicurò un lungo periodo di prosperità economica e sviluppo culturale che portò alla costruzione delle numerose chiese, dei monasteri e dei palazzi privati che ancora oggi si possono ammirare.

Altri capolavori di antiche civiltà sono vicine a Erice: Mozia (fenicia), Segesta (elima) e Selinunte (greca). Nelle isole Egadi &emdash; teatro dell'ultima e decisiva battaglia navale della Prima Guerra Punica (261-241 a.C.) &emdash; vi sono i graffiti preistorici (Levanzo) e le grotte paleolitiche (Favignana). Splendide spiagge sono quelle di San Vito Lo Capo, Scopello e Cornino, mentre chi ama le coste rocciose può trovarle lungo le pendici del monte Cofano. Tutto ciò a non più di un'ora di macchina da Erice..


INFORMAZIONI GENERALI

Coloro che desiderano frequentare il Corso sono pregati di comunicarlo al Direttore del Corso:

 

La domanda dovrà contenere un breve curriculum, indirizzo, numero di telefono e numero di fax o di e-mail a cui inviare eventuali comunicazioni.

 

Termine per la presentazione delle domande: 10 Settembre 1999

 

NOTA BENE

Gli studiosi ammessi dovranno arrivare ad Erice il 25 Settembre entro le ore 18.00


S. FODALE
DIRETTORE DEL CORSO

A. ZICHICHI
DIRETTORE DEL CENTRO